Antimateria by Frank Close, Giorgio P. Panini (translator)

By Frank Close, Giorgio P. Panini (translator)

Show description

Read Online or Download Antimateria PDF

Similar italian books

Carcinoma della cervice uterina: Eziopatogenesi e profilassi

Il carcinoma della cervice uterina ? los angeles seconda causa di decessi according to cancro nelle donne in tutto il mondo. l. a. sua prevenzione ? in rapida evoluzione da quando ? stato riconosciuto che genotipi oncogeni di papillomavirus umano (HPV) sono los angeles causa necessaria, anche se non sufficiente, del cancro del collo dell’utero.

Il rifiuto - Considerazioni semiserie di un fisico sul mondo di oggi e di domani

Torino, Einaudi, 1978, 16mo brossura editoriale, pp. 129 (Nuovo Politecnico, ninety nine) . Firma di possesso, lievi sottolineature.

Extra resources for Antimateria

Sample text

L'energia cinetica dell'auto (e di ciò che essa trasporta, voi compresi) è ora nulla, ma esiste ancora moltissima energia potenziale (chimica) chiusa nel serbatoio del combustibile. Anche se il serbatoio è vuoto, esiste un sacco di energia "congelata", come me1, negli atomi che costituiscono il vostro corpo e ogni parte dell'auto e potete benissimo utilizzare un po' della vostra me2 per fornire energia cinetica al veicolo, con il semplice espediente di spingerlo. L'idea di scambiare una forma di energia positiva in un'altra è alla base di tutta la società industriale.

Tentando di aggirare il problema dell'energia negativa che sorgeva quando gli altri studiosi avevano operato su E2, Dirac era stato obbligato a utilizzare le matrici ed era cosi riuscito a spiegare lo spin dell'elettrone, ma era incappato nella conseguenza, in un certo senso ironica se non assurda, di dover accettare le soluzioni con l'energia negativa come altrettanto legittime di quelle con il valore positivo. Considerare validi entrambi gli insiemi di soluzioni significava che esistevano due insiemi di matrici "due-per-due" (con due colonne di due numeri).

Gli elementi si comportano di fatto come i cuculi: due nello stesso nido vuol dire uno di troppo o, nel linguaggio certamente più "asciutto" della meccanica quantistica, due elettroni nello stesso gruppo non possono occupare lo stesso stato quantico. Avendo constatato che le soluzioni della sua equazione implicavano per gli elettroni la possibilità di avere energia negativa, Dirac utilizzò il principio di esclusione come punto di partenza per un'idea a dir poco brillante. Ecco la sua ipotesi: ciò che abitualmente indichiamo come "vuoto" non è effettivamente uno spazio privo di qualunque oggetto, ma una sorta di pozzo senza fondo nel quale scende una scala in cui ciascuno dei gradini corrisponde a uno stato quantico, cioè a un "posto" dove può stare un elettrone.

Download PDF sample

Rated 4.60 of 5 – based on 18 votes